Tips and tricks – autolivellante cementizio (IV parte) LA STESURA DEL MATERIALE

LA STESURA DELLA MALTA AUTOLIVELLANTE

Per una corretta stesura del materiale autolivellante, sono fondamentali l’attrezzatura e l’organizzazione del lavoro. Bisogna prevedere una lavorazione in continuo, per cui bisogna essere almeno in 3 persone: 2 addetti alla miscelazione della malta autolivellante ed uno alla stesura del materiale autolivellante. 2 persone sono fondamentali alla miscelazione in quanto, dopo le prime 4/5 miscele, inizia l’affaticamento dell’operatore e comincia quindi a degradare la qualità della miscelazione della malta autolivellante. Parallelamente conviene prevedere un’interruzione della pavimentazione continua con la malta autolivellante cementizia PAVIMIX FF200 in corrispondenza di porte o di giunture, questo perché tali punti diventeranno i punti di chiusura tra stesure provenienti da zone diverse. Il modo per rendere queste giunture più discrete, è mettere una barriera dritta in quanto la sua successiva rimozione (prima di arrivare con l’altro materiale), porterà ad una giunzione lineare e poco appariscente tra i vari materiali.

Per la stesura dell’autolivellante cementizio, bisogna avere a disposizione una racla con distanziali, un rullo frangibolle ed eventualmente un compressore. Per ottenere la superficie migliore durante la lavorazione dell’autolivellante cementizio, bisogna sempre “tirare” la malta autolivellante in modo perpendicolare alla linea di gettata, mai “spingerla”. Quindi, cominciando dalla parete di fondo della superficie da realizzare con l’autolivellante cementizio, si getterà il materiale autolivellante in eccesso sul bordo e, lentamente, con la racla, in pochi passaggi, si stenderà la malta autolivellante verso la parte opposta. Per rendere invisibile la giunzione tra due getti di autolivellante cementizio, il nuovo materiale dovrà essere gettato sul bordo precedente. Eventuali avvallamenti potranno essere rimossi toccando leggermente il materiale autolivellante con in rullo frangibolle. Attenzione: un eccessivo accanimento con il rullo frangibolle rischia di lasciare una trama sull’autolivellante cementizio. È più efficace l’utilizzo di un getto d’aria con un compressore.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (I parte) PAVIMIX FF.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (II parte) IL FONDO.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (III parte) LA MISCELAZIONE.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (IV parte) LA STESURA.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (V parte) LA PROTEZIONE.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (VI parte) IL CLIMA.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (VII parte) LE FINITURE SUPERFICIALI.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (VIII parte) LA SCELTA.

Tips and tricks – autolivellante cementizio (IX parte) LA GIUSTA ALTERNATIVA.

 

www.personalfactory.eu